Salta al contenuto


Scuola Normale Superiore di Pisa 1810-2010 - Bicentenario

Scelta veloce: Salta al contenuto | Menù principale | Focus on | Credits & copyright | Privacy policy


Il bicentenario


In evidenza

Personaggi mostra Foto storica Piazza dei Cavalieri Piazza dei Cavalieri, Scuola Normale Foto storica allievi Foto di gruppo allievi della Scuola Normale, 2010 Foto consegna diplomi agli allievi della Scuola Normale, 18 ottobre 2010, Teatro Verdi di Pisa Piazza San Silvestro, prima sede della Scuola Normale

Main menu


La Normale tra Guerra e Dopoguerra

Nell'agosto del 1943 il governo Badoglio nomina direttore della Normale l'italianista Luigi Russo.

Nei delicati momenti politici che seguono l'armistizio dell'8 settembre la Scuola passa sotto il controllo della Repubblica di Salò e Russo viene sostituito con il matematico Leonida Tonelli, direttore in uno dei periodi più duri della storia della Scuola.

Nel 1944 il Direttivo decide trasferire nella vicina Certosa di Calci alcuni dei volumi più preziosi della biblioteca e di chiudere gli edifici della Scuola, che riapriranno solo alla fine dell'anno.

Con l'arrivo delle truppe alleate Russo torna alla guida della Scuola e codifica l'immagine della Normale come scuola precocemente votata all'antifascismo.

L'esclusione dal governo dei partiti di sinistra, referenti politici di Russo, genera però parecchi problemi nei rapporti tra Normale e governo, finché alla fine del 1948 il Ministro dell'Istruzione Guido Gonella non decide di sostituire Russo col biologo Ettore Remotti.

immagine dei Lungarni nel dopoguerra



Extras


© 2010 Scuola Normale Superiore di Pisa - Piazza dei Cavalieri, 7 - 56126 Pisa | Income tax code 8000 5050507
ph. +39.050.509111 | fax. +39.050.563513 | PEC info (@) pec.sns.it